partner tecnici

5.1 Introduzione

Ritratto di IFAC

Nel XXI secolo, anche uno studio professionale di piccole e medie dimensioni che intenda garantire ai propri clienti un servizio efficiente, di ottima qualità, a prezzi competitivi ma al tempo stesso remunerativi, non può che fare un ampio uso delle più recenti tecnologie e il suo successo dipende anche, e in buona misura, dalla capacità di scegliere, implementare e gestire i propri sistemi informatici, assicurando al personale dello studio un’adeguata preparazione al loro utilizzo. A partire dagli anni ‘70 è cresciuto il numero dei fornitori che si sono specializzati nella vendita di soluzioni e sistemi IT destinati agli studi professionali e le applicazioni sviluppate a questo scopo hanno aiutato numerosi professionisti ad automatizzare molte delle procedure adottate nei loro studi. Recentemente, con la tendenza ad informatizzare la contabilità anche in realtà imprenditoriali di dimensioni meno estese, il ruolo del professionista si è profondamente trasformato, poiché si è ridotto il volume delle scritture contabili da effettuare manualmente. Le nuove soluzioni tecnologiche consentono oggi a professionisti e clienti di scambiarsi agevolmente i dati contabili. Con la diffusione di Internet, nascono nuove opportunità di trasformare il ruolo del dottore commercialista e dell’esperto contabile e l’organizzazione dello studio professionale. Anche a livello dell’amministrazione statale e locale vengono adottati sistemi di raccolta e trasmissione dei dati per via telematica. In questo clima di continua trasformazione, assume un rilievo ancora più strategico, per il professionista, il fatto di adottare le migliori prassi in campo tecnologico. È anche importante sottolineare che, malgrado gli incrementi di produttività consentiti dalla tecnologia nel corso degli ultimi quaranta anni, la redditività degli studi professionali non è mutata in maniera significativa in termini reali. Ciò è dovuto al fatto che nella maggior parte dei casi gli aumenti di produttività sono andati a vantaggio dei clienti, sotto forma di parcelle professionali più basse. Ecco perché è assolutamente indispensabile, quando si calcola la tariffa oraria o quando si definisce il compenso per la propria prestazione, tenere conto in modo adeguato dell’investimento che lo studio ha effettuato per l’aggiornamento di sistemi e processi. I professionisti dovranno destinare risorse sufficienti alla scelta e all’implementazione dei sistemi tecnologici, strategici per la loro attività, se non vogliono vedere diminuire significativamente la qualità del servizio reso ai clienti e la motivazione del proprio staff. I sistemi tecnologici, una volta acquistati ed installati, sono molto costosi e complessi da sostituire: una volta implementati, i sistemi di base rimangono al loro posto per molti anni, ed è per questo motivo che una selezione poco accurata e/o un’installazione poco efficiente possono produrre conseguenze significative che si protrarranno nel lungo periodo.

Commenti

Aggiungi un commento